von mas 04.03.2022 14:00 Uhr

Registri parrocchiali on-line

Ora è possibile accedere online ai registri parrocchiali sudtirolesi dall’anno 1565 fino al 1923.

Registri parrocchiali - Symbolbild

I registri parrocchiali: una fonte di informazioni e notizie indispensabile e praticamente inesauribile per i ricercatori, per chi ama le “piccole storie”, per chi vuole semplicemente ri-scoprire le vicende della propria famiglia.

Nel 1563 il Concilio di Trento introdusse per la prima volta l’obbligo per le parrocchie cattoliche di compilare i registri dei battesimi e dei matrimoni. Per il periodo che va dal 17° al 19° secolo, i libri canonici sono la fonte scritta più importante per la ricerca storica genealogica e demografica per gran parte dell’Europa.  Dal 1784 al 1923  i libri canonici nei territori della Monarchia asburgica, compresa ovviamente la parte meridionale del Tirolo, svolsero anche la funzione di registri di stato civile. Il 1° gennaio 1924, dopo l’annessione del Tirolo Meridionale all’Italia, furono introdotti anche da noi  i registri comunali di stato civile secondo la legge italiana.

 

 

I registri delle parrocchie trentine sono stati tutti scansiti, riportati  prima su microfilm, poi su di un database molto più semplice da visualizzare e consultare. Database che però è accessibile solo recandosi di persona presso l’Archivio Diocesano a Trento, previ appuntamento e disponibilità di una della decina di postazioni presenti nell’apposita sala.

Da venerdì invece, i registri anagrafici delle parrocchie sudtirolesi sono online, e quindi consultabili direttamente “da casa” da tutti gli interessati. Come annunciato venerdì nella conferenza stampa di presentazione del progetto:  “Non è più necessario fare un pellegrinaggio da un archivio parrocchiale all’altro, da oggi si può accedere alle voci dei libri ecclesiastici sudtirolesi online indipendentemente dagli orari e dal luogo. Tutto ciò è reso possibile da un progetto dell’Archivio provinciale in collaborazione con la Diocesi di Bolzano-Bressanone “.

Ecco qui il link per accedere all’archivio: REGISTRI PARROCCHIALI

Un passo avanti davvero notevole, che va ad aggiungersi agli archivi dei territori imperiali e non solo, già disponibili per esempio sul sito MATRICULA ONLINE

Jetzt
,
oder
oder mit versenden.

Möchtest du die neuesten Meldungen auch auf Facebook erhalten?

Hier
klicken

Es gibt neue Nachrichten auf der Startseite