von mas 21.10.2020 09:13 Uhr

Olimpiadi 2026, accordo con Roma per il finanziamento delle opere

Via libera allo schema di accordo con il Ministero delle infrastrutture per il finanziamento delle opere legate alle Olimpiadi invernali 2026. Sette le opere essenziali, investimento di 82 milioni.

Anche il Sudtirolo sarà teatro di una parte delle Olimpiadi 2026 assegnate a Milano-Cortina. Antholz infatti, ospiterà tutte le prove di biathlon presso l’ormai collaudatissima Südtirol Arena, impianto che non necessità di particolari investimenti.

Oltre alla parte prettamente sportiva, però, i Giochi invernali portano con sé la necessità di intervenire sulle opere infrastrutturali per migliorare la raggiungibilità dei territori interessati: tra  gli obiettivi da raggiungere, migliorare gli accessi a stazioni e centri mobilità, agevolare i collegamenti con Belluno, Tirolo e A22, rendere più scorrevole e sicuro il flusso di traffico lungo l’asse della Val Pusteria, e garantire un’ottima raggiungibilità dal punto di vista turistico.

 

Fra le opere essenziali, ovvero quelle previste dal dossier di candidatura come necessarie per l’accessibilità ai siti di gara, ne figurano sette che saranno finanziate da un fondo statale riservato con un investimento pari a 82 milioni di euro. Si tratta della costruzione di un nuovo incrocio ed un nuovo accesso sulla strada statale della Pusteria verso Antholz (15 milioni di euro), del potenziamento della strada statale della Val Pusteria (10 milioni), di un nuovo collegamento con la stazione dei treni di Dobbiaco (13 milioni), di un miglior collegamento  verso Cortina (5 milioni), della demolizione e ricostruzione di un ponte ad Antholz (2,3 milioni) e della ristrutturazione dell‘incrocio per Sesto Pusteria (7,6 milioni) e della circonvallazione di Perca (29 milioni). Fra le opere ferroviarie vi è invece la variante della Riggertal (150 milioni di euro) che verrà però finanziata da RFI.

Rientrano nell’accordo con il MIT anche l’accesso al centro di mobilità di Brunico (opera di contesto – 4 milioni) e il potenziamento dello svincolo di Vahrn che dalla A22 porta in Val Pusteria (opera connessa – 16 milioni). Entrambe potranno essere realizzate sfruttando gli eventuali risparmi nella realizzazione delle opere essenziali.

Jetzt
,
oder
oder mit versenden.

Möchtest du die neuesten Meldungen auch auf Facebook erhalten?

Hier
klicken

Es gibt neue Nachrichten auf der Startseite