von mas 02.12.2019 19:45 Uhr

Dolomiti UNESCO: gestori di rifugio in formazione

“Siete gli ambasciatori del riconoscimento UNESCO perché vivete nel cuore delle Dolomiti e ne toccate con mano le sfide”

Foto: Ufficio Stampa PAT

Si è conclusa venerdì a Val di Zoldo nel bellunese,  la terza edizione del corso di formazione che ogni anno la Fondazione Dolomiti UNESCO dedica ai gestori dei 66 rifugi che operano all’interno del Patrimonio Mondiale e che rappresentano un punto di riferimento fondamentale per comprendere come stia cambiando la fruizione del territorio e di conseguenza il loro stesso ruolo.

L’edizione 2019 del corso di formazione si è incentrata sull’interazione tra i soggetti coinvolti, con 4 tavoli tematici di confronto, moderati da esperti del settore. L’obiettivo finale è un documento d’intenti condiviso, una sorta di bussola per orientarsi nell’immediato futuro verso una strategia comune, lanciando a quanti frequentano la montagna messaggi coerenti sulla peculiarità dell’esperienza in rifugio, il rispetto verso il lavoro del gestore, quello verso il territorio e suoi valori paesaggistici, la promozione di comportamenti corretti e consapevoli, oltre, naturalmente, alle richieste per facilitare il lavoro in quota.

I rifugi  sono presidi culturali d’altra quota, ha detto il presidente della Fondazione Dolomiti Unesco Mario Tonina, citando Annibale Salsa, luoghi in cui non dobbiamo aver paura di fare educazione a tutto campo e promuovere comportamenti virtuosi da parte di chi li frequenta, ribadendo la stretta e reciproca connessione tra impatti globali e locali.

Una coraggiosa sperimentazione è quella  in atto per eliminare la plastica anche nei rifugi, dove tutto è più complicato. Per esempio la campagna  “Plastic free” iniziata nell’estate 2019 in alcuni rifugi sudtirolesi e nel Parco Naturale Adamello Brenta. Sull’onda dell’innovazione lanciata dalla ski area di Pejo 3000, che sarà la prima ad essere completamente senza plastica,  con la speranza che sempre più soggetti pubblici e privati prendano iniziative analoghe.

Jetzt
,
oder
oder mit versenden.

Möchtest du die neuesten Meldungen auch auf Facebook erhalten?

Hier
klicken

Es gibt neue Nachrichten auf der Startseite