• Welschtirol
  • Briciole di memoria 1 – “Trentino”: una denominazione che non è mai esistita

    L’appuntamento settimanale con Massimo Pasqualini:  aneddoti, racconti, ricordi ed immagini dal Tirolo di lingua romanza.

    Lo spunto è una vecchia cartolina risalente agli anni della Prima Guerra, che fa parte della ricchissima collezione dell’amico Manuel Adami.   Interessante la scritta a piè di pagina:    “Es gab kein “Trentino” und es wird nie eines geben!” – Il Trentino non c’è mai stato e mai ci sarà!”

    manuel

    La nostra Terra si è chiamata sempre e soltanto Tirolo.  Nell’uso comune la parte meridionale,    che corrisponde al  territorio dell’attuale provincia di Trento dove la lingua maggioritaria era ed è quella romanza,  veniva talvolta chiamata Südtirol.

    Il termine “Trentino” usato come riferimento geografico e non con il significato di “uomo abitante nella città di Trento”, fu impiegato per la prima volta dal cartografo veneto Isaia Ascoli nel 1863 a Milano in una sua pubblicazione,  quando fu nominato rettore della locale università.

     

     

    P.S. Sind Sie bei Facebook? Werden Sie Fan von unsertirol24.com!

    1. massimopasqualini
      15.03.2017

      Sono d’accordo con Lei che, oltre ad indicare l’abitante della città di Trento, il termine “Trentino” fu anche usato – seppur raramente – per indicare il territorio ecclesiastico di influenza della Contea Vescovile di Trento , come si evince dalla carta geografica da Lei menzionata. Ma torno comunque a ribadire che, in senso geografico, tale territorio venisse chiamato sempre e solo con il nome Tirolo, come si nota su tutte le carte topografiche dell’epoca.

    2. franz88
      10.03.2017

      Il termine Trentino non è stato coniato nel XIX secolo, ma molto prima. Il territorio amministrato dal principe vescovo di Trento era chiamato Trentino. Un esempio può essere questa mappa del 1600 “Dominium Venetum in Italia” consultabile presso la Bibliothèque nationale de France al seguente indirizzo [Link von Red. entfernt]