von mas 25.11.2022 12:37 Uhr

Rosa Pöll: Eva Klotz racconta sua madre

Martedì 29 novembre alla Kolpinghaus di Bolzano, Eva Klotz presenterà il suo ultimo libro, dedicato a sua madre Rosa.

 

Rosa Pöll è stata una persona assolutamente fuori dal comune: bambina, madre, insegnante e moglie del combattente per la libertà Georg Klotz.

La politica fascista tesa all’etnocidio culturale ed alla cancellazione identitaria, vieta  l’insegnamento nella madrelingua tedesca in tutto il Sudtirolo. Nonostante le circostanze più avverse, Rosa raggiunge il suo obiettivo  con forza di volontà e diventa maestra.   Sposa il combattente per la libertà Georg Klotz, dal matrimonio nascono sei figli.  Si oppone allo Stato italiano con coraggio,  determinazione e fiducia in se stessa, restando sempre  al fianco del marito.

L’arresto da parte della polizia italiana e la cosiddetta “operazione Rosa Klotz”  diretta  contro di lei,  hanno lo scopo di farla crollare.  Invece Rosa resiste a interrogatori dolorosi e a oltre 14 mesi di detenzione preventiva. Le accuse più gravi costruite contro di lei si rivelano infondate e  deve quindi essere assolta per mancanza di prove.  Esclusa dall’insegnamento per 10 anni,  riesce a costruire una nuova esistenza per sé e per i suoi figli con grande spirito di sacrificio.

Ora Eva Klotz, sua figlia,  le ha reso un doveroso omaggio, onorando la vita della madre  nel suo ultimo libro.

“Rosa Pöll, die Frau eines Freiheitskämpfer”verrà presentato martedì 29 novembre alle ore 19.00 nella Josefisaal della Kolpinghaus, in Piazza Domenicani a Bolzano.

Ecco il programma della serata:

Benvenuto musicale

Il responsabile della casa editrice Effekt! Elmar Thaler condurrà la serata; suo l’intervento di apertura

Introduzione alla biografia da parte dell’autrice, Eva Klotz, quindi intermezzo musicale

Presentazione da parte della storica Margareth Lun, quindi lettura di alcuni estratti dal libro

Conclusioni e commiato musicale. Seguirà rinfresco

L’ingresso alla Josefisaal è libero.

Jetzt
,
oder
oder mit versenden.

Möchtest du die neuesten Meldungen auch auf Facebook erhalten?

Hier
klicken

Es gibt neue Nachrichten auf der Startseite