von Vanessa Pacher 10.08.2022 17:00 Uhr

Masso di Muncion

Fassa, lavori di consolidamento per il masso di Muncion

In Val di Fassa è terminata la fase emergenziale, che a partire da venerdì sera ha visto coinvolti i Vigili del fuoco volontari di Pozza e Mazzin, coadiuvati dai colleghi delle Unioni distrettuali Fassa, Fiemme, Primiero, Valsugana e Tesino. Su incarico dei Comuni interessati, nella giornata di oggi sono intervenute le ditte che si stanno occupando delle ultime operazioni di pulizia e ripristino, oltre che del taglio delle piante pericolanti lambite dalle colate di fango.

In seguito al sopralluogo del Servizio geologico della Provincia autonoma di Trento a monte dell’abitato di Muncion (frazione di San Giovanni – Sèn Jan), nel primo pomeriggio è stato deciso di non procedere con il brillamento del masso situato a poca distanza da un’abitazione. I tecnici hanno accertato che la bomba d’acqua non ha causato alcun movimento della roccia – che ha una dimensione di 400 metri cubi – e dunque anche gli ultimi 5 evacuati hanno potuto fare rientro a casa. I geologi hanno comunque stabilito – in via cautelativa – un intervento di consolidamento della roccia attraverso la realizzazione di contrafforti tirantati in cemento, che reggeranno una parte del grande masso e lo proteggeranno da un’eventuale futura erosione.

Jetzt
,
oder
oder mit versenden.

Möchtest du die neuesten Meldungen auch auf Facebook erhalten?

Hier
klicken

Es gibt neue Nachrichten auf der Startseite