von mas 15.09.2021 14:00 Uhr

Ich, Kerschbaumer – 13 settembre 1961

Dalla Casa della Storia Tirolese, il  diario digitale di Sepp Kerschbaumer – … grazie agli attentati, ripartono i negoziati…

La Commissione dei 19 - qui riunita a Bolzano il 21 settembre 1961

Il ministro dell’interno Scelba,  il maggior responsabile delle torture inflitte agli attivisti sudtirolesi, ora ha  istituito a Roma una commissione denominata “Commissione per lo studio dei problemi dell’Alto Adige”  che dovrà riferire direttamente al governo.  Dei 19 membri, 7 sono tedeschi,  12 italiani, e nessun ladino. In primo luogo, non  si può assolutamente parlare di “equilibrio” o “parità”;  in secondo luogo, il senatore Karl Tinzl in apertura dei lavori, ha rilasciato una dichiarazione nella quale, a nome dei membri tedeschi della commissione stessa, condanna  gli attentati senza alcuna riserva.

Il ministro Scelba definisce compiti e diritti della  commissione in questi termini: “In pratica, sarà compito della commissione accertare le opinioni di tutte le parti interessate. Indagherà anche le motivazioni delle diverse opinioni, così come le prospettive per uno sviluppo armonioso di tutti i gruppi linguistici,  fatta salva la tutela delle loro caratteristiche etniche e culturali”.

 

In effetti, tutto questo suona bene. Ma in primo luogo noi ci sentiamo traditi dai membri tedeschi della commissione; Inoltre, fra le altre cose, Scelba ha sostenuto che nel caso del Sudtirolo non si possa parlare di “immigrazione pilotata” dall’Italia. Dopo tutto, ognuno è libero di muoversi dove vuole all’interno di uno stato. E questo nonostante  lo stato italiano continui a promuovere l’immigrazione dal sud per  comprimere la percentuale di abitanti sudtirolesi sotto alla soglia del 50 per cento…

Qui nella foto i membri tedeschi della “Commissione dei 19”: da sinistra,  il  presidente Silvius Magnago, i senatori Karl Tinzl e Luis Sand, i membri della Camera Roland Riz e Karl Mitterdorfer, gli esperti Giuseppe Tramarollo e Vincenzo Palumbo

 

Fonte del testo: Otto Scrinzi, Chronik Südtirol 1959-1969,  pagina 256

Fonte fotografica: Rolf Steininger, Südtirol zwischen Diplomatie und Terror 1947-1969, 2. volume: 1960-1962, Bozen 1999,  pagina 416

Jetzt
,
oder
oder mit versenden.

Möchtest du die neuesten Meldungen auch auf Facebook erhalten?

Hier
klicken

Es gibt neue Nachrichten auf der Startseite